ecobonus 2013 detrazione fiscale 65%

PROMO 2016

  • NOVITA’ DETRAZIONI 2016


    INVESTI NELLA TUA CASA, INVESTI NEL TUO FUTURO

    Il 1° gennaio 2014 è’ entrata in vigore la Legge di Stabilità n.147 del 27 dicembre 2013, che ha prorogato le detrazioni fiscali del 65% per gli interventi di riqualificazione energetica e del 50% su quelli di ristrutturazioni edilizie sostenute dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2015, e notizia ancor più IMPORTANTE è che tra le misure confermate con l’approvazione della Legge di Stabilità 2016da parte del Consiglio dei Ministri del 15 ottobre c’è anche la proroga per un altro anno per i Bonus Ristrutturazioni, Bonus Mobili e Ecobonus per gli interventi di riqualificazione energetica con le stesse aliquote del 2015.

    L’opportunità che aspettavi: sostituire i vecchi infissi praticamente a costo zero

    Cambiare gli infissi è ora un investimento che non è più necessario rimandare! Lo Stato infatti concede imperdibili agevolazioni sugli interventi di miglioramento termico dell’edificio esistente (rurale, per attività d’impresa o professionale) e sulle operazioni che ne aumentino il livello di efficienza energetica. Nello specifico:

    bonus 65Gli utenti privati e le imprese potranno usufruire del bonus fiscale del 65% fino al 31 dicembre 2016, mentre dal 1°gennaio 2017 l’agevolazione sarà invece sostituita con la detrazione fiscale prevista per le spese di ristrutturazioni edilizie.

    I condomini invece avranno 6 mesi di tempo in più, per cui le scadenze saranno: detrazioni del 65% fino al 30 giugno 2016, detrazioni al 50% fino al 30 giugno 2017.

    Detrazione massima per tipologia d’intervento su edifici esistenti:

    • Riqualificazione energetica: € 100.000
    • Intervento su involucro edifici (pareti, finestre, infissi): € 60.000

     

    Le detrazioni fiscali per i lavori di ristrutturazione restano al 50% fino a tutto dicembre 2016 mentre dal 1 gennaio 2017 la percentuale scenderà

     

    I limiti di spesa: €. 96.000,00 valgono anche per il 2016
    Una scelta conveniente per la rivalutazione dell’immobile
    L’intervento di sostituzione degli infissi è per i 2/3 delle pratiche spedite all’ENEA quello più utilizzato per ottenere la detrazione del 65% che per le imprese può arrivare fino all’86.4% (sommando il 27.5 di IRES e il 3.9 di IRAP).
    La procedura semplificata dell’Enea permette con semplici passaggi di portare in detrazione in 10 anni la sostituzione di vecchi serramenti con serramenti di nuova concezione in grado di soddisfare i parametri di legge, inoltre sono detraibili in abbinata con gli infissi anche tapparelle scuri e persiane.

    Decreti attuativi delle finanziarie un quadro completo

  • Marcatura CE

    La marcatura CE costituisce il sistema al quale tutti i costruttori di serramenti devono uniformarsi per poter immettere i propri prodotti nei paesi della Comunità Europea. Essa conferma che il prodotto finito è in grado di fornire determinate prestazioni per i requisiti regolamentati in relazione agli impieghi previsti.

I nostri marchi

Sostituisci i tuoi vecchi serramenti con  DOMAL EXTRATHERMIC abbatterai i costi energetici e le spese. Grazie alle virtù termoisolanti degli infissi di ultima generazione, è possibile arginare la dispersione di calore tra ambiente esterno e spazio abitativo, limitare le emissioni nocive di CO2 e la presenza di polveri sottili nell’aria.

Detrazioni Irpef -65%

La Legge di Stabilità 2015 prevede interessanti agevolazioni per quanto riguarda la ristrutturazione degli edifici e riqualificazione energetica: verranno prorogati a tutto il 2015 gli Ecobonus rispettivamente del 50% e del 65%. Secondo la attuale normativa, dal 2015 la detrazione fiscale per le spese relative agli interventi di riqualificazione energetica degli edifici sarebbe dovuta scendere al 50% e quella per le ristrutturazioni edilizie e per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici al 40%.

Riqualificazione energetica

Con la nuova Legge di Stabilità 2015, invece, per gli interventi di riqualificazione energetica la detrazione fiscale applicata alle spese sostenute fino al 31 dicembre 2015 rimarrà pari al 65% sia per le singole abitazioni che per le parti comuni dei condomini. Non viene però modificato il termine del 1° gennaio 2016, data a partire dalla quale l’aliquota dell’Ecobonus scenderà al 36% (dal 1° luglio 2016 per i condomini).

Ristrutturazioni edilizie

Fino a tutto il 2015 sarà ancora possibile fruire della detrazione del 50% per le ristrutturazioni edilizie e per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici. Viene inoltre precisato che per fruire del Bonus Mobili, le spese per l’acquisto degli arredi e degli elettrodomestici vengono calcolate indipendentemente dall’importo dei lavori di ristrutturazione alla quale è legata la detrazione.

Recupero patrimonio edilizio

Per incentivare il recupero del patrimonio edilizio tramite interventi di manutenzione, ristrutturazione e restauro, applicabile dal 26 giugno 2012, la detrazione del50% è stata prorogata sino alla fine del 2015. Con la precedente legge era previsto che le spese sostenute nel 2015 fossero agevolate al 40%.
Non viene però modificato il termine del 1° gennaio 2016, data a partire dalla quale l’aliquota dell’Ecobonus scenderà al 36%.


 

Lascia un Commento